Tenute Venturini Foschi – Obicà, Firenze – Giovedì 22 settembre 2022

Tempo di vendemmia anche nel parmense e nelle sue colline intrise di gemme enogastronomiche. E’ qui che il piccolo lascito dei nonni Fonio e Gemma all’ombra di una torre Pallavicina del Quattrocento fa nascere una tenuta dalla bella realtà e solide ambizioni. La storia di Tenute Venturini Foschi si innesta sulla vite dell’armonia, ramifica sui concetti della qualità, della fruizione condivisa e dell’agricoltura biologica, e decanta nel progetto di un vero e proprio teatro del vino, con eventi culturali, escape esperienziali e una boutique winery.

Tutto nasce nel 2016 dall’intuizione di Pier Luigi Foschi e della moglie Emanuela Venturini, parmense. Imprenditore lui, architetto e designer lei, decidono di portare sulle dolci colline tra Medesano e Noceto il patrimonio di esperienze, sensibilità e passioni, acquisite nel tempo. L’occasione è l’eredità di un appezzamento impreziosito da vestigia e ricordi storici, ma la motivazione è la volontà di divulgare l’anima di questo luogo, terra ricca e fertile per un’azienda vitivinicola di vini di pregio, con una finestra sull’arte. La prima vendemmia è targata 2019: due vini bianchi, Gemma e Gemma Gentile, declinazioni diverse di Malvasia di Candia in purezza. Poi il restauro della torre detta del vecchio Germino nei pressi della Via Francigena e l’impianto del primo vigneto, circa tre ettari, Fonio, vocato alla Malvasia di Candia Aromatica. La stessa che, giunta dalla Grecia, ha trovato proprio in provincia di Parma le condizioni che ne esaltano intensità, freschezza e aromaticità.

Nel 2018 l’acquisizione del podere Ca’ Fontani, circa 45 ettari, e la costituzione della società Agricola Villa Fontana di Varano dei Marchesi.

E’ stata l’Estate più calda di tutti i tempi, il cambiamento climatico è ormai ineluttabile: cosa avete messo in campo e in cantina per mitigare i suoi effetti? Quali dei tuoi vini sono cambiati e come?
L’annata 2022 ci ha posto di fronte ad alcune sfide, soprattutto dal punto di vista viticolo: i nostri vigneti sono molto giovani, l’autoregolazione non è ancora la stessa di quella dei vecchi. Ci siamo concentrati sulle tecniche finalizzate a rallentare la maturazione tecnologica dell’uva come gli interventi a verde come poca o zero defogliazione in maniera da tenere i grappoli coperti dal sole; diradamento assente o tardivo per rallentare la maturazione e la regolazione della vendemmia. Usiamo tecniche enologiche di corretta gestione dell’uva in cantina: uso del freddo abbinato a protezione con gas inerte per ottimizzare l’estrazione degli aromi e la loro protezione. Probabilmente i vini di questa annata mostreranno aromi più potenti di frutta matura e gradazioni più elevate.

La cucina fresca e brillante a base mozzarella e prodotti italiani di Obica Mozzarella ci metterà davanti molte opzioni di abbinamento: consigliaci uno o più vini perfetti per una ricetta di cucina classica italiana e uno per una ricetta “creativa”.
Cucina classica: la buona acidità e le note fruttate della Malvasia Gemma sono ideali per la parmigiana di melanzane.
Ricetta creativa:  Ideali come antipasto o aperitivo, i crostoni integrali con pesche grigliate e mozzarella in connubio con la nostra Malvasia Gemma Gentile demi-sec: un equilibrato gioco di dolcezza e acidità che esalta la cucina estiva.

Vini in degustazione
Malvasia Gemma 2019
Malvasia Gemma Gentile 2019
Passito Eos 2019
Chardonnay Fonio 2020

Tenute Venturini Foschi – Via Varano, 192 – 43014 Medesano – Parma – 0525 59378 – Mobile: +39 331 7574392 – www.tenuteventurinifoschi.com

Lascia un commento