Duca di Salaparuta – Hotel de la Ville, Firenze – Giovedì 10 settembre 2020

Una grande famiglia con vigneti e tenute in ogni angolo della bedda Sicilia che questa estate è stata tra le mete più gettonate d’Italia. Pensiamo all’Etna dove Duca di Salaparuta da anni sta investendo nell’affinare la coltivazione del Nerello Mascalese, ma non solo. La storia di quest’azienda, che oggi comprende anche Florio a Marsala, è tutt’uno con la Sicilia e l’immenso territorio enoico che questa rappresenta. A partire dalla storica zona di Riesi e Gela, laddove da un vigneto particolare nasce il Duca Enrico di Salaparuta nel 1984, per poi diventare un cru aziendale dal 2001 in poi quando si iniziò a vinificare uve di proprietà nella tenuta SuorMarchesa a Riesi-Butera, arrivati oggi a quasi 120 ettari in totale. Volendo individuare almeno un precursore del Nero d’Avola di oggi ci si dovrebbe rifare proprio a questo vino nato venti anni fa quasi per scommessa grazie all’allora enologo dell’azienda, Franco Giacosa. E da allora l’impegno si è moltiplicato andando ad esaltare vitigni e territori con grande efficacia e scelte enologiche e agronomiche votate sempre alla qualità.

Nella nostra serata spazio per il brut Metodo Martinotti da grecanico e chardonnay, ma anche per il  bianco con l’uva Grillo che troviamo stavolta nella versione “Calanìca”, nuova linea di prodotti volti ad esaltare i monovitigni più diffusi sull’isola nelle loro espressioni più territoriali e originali. Oltre al Grillo, nella versione Calanica, il Frappato dalla zona di Vittoria, una delle regioni più calde del momento per le preferenze del pubblico per vini rossi immediati, leggeri e profumatissimi.

Arriva l’autunno e il vino italiano si prepara ad un’altra stagione dove dovrà dimostrare di essersi saputo rinnovare come comunicazione e approccio al mercato: con quale vino vi presentate al “ritorno a scuola”? Su cosa punterete per l’immediato futuro?A Settembre punteremo su una novità assoluta: Duca Nero. Un vino speciale, un Pinot Nero spumantizzato con metodo Charmat, che unisce l’eleganza e la freschezza al naso ad un palato in cui spicca una mineralità unica nel suo genere. Duca Nero nasce dalla lavorazione in bianco del Pinot Nero allevato nella nostra Tenuta di Vajasindi, sull’Etna, ed è il frutto del nostro grande desiderio di sperimentare e di proporre al consumatore vini freschi, originali, che raccontino una storia.

Avremo uno degli chef più famosi d’Italia ovvero Fulvio Pierangelini a Roma e l’estrosa creatività di Obica a Firenze, raccontaci il piatto o la situazione più particolare cui hai visto abbinare il tuo vino nella prossima stagione.
Sicuramente gli abbinamenti più originali sono quelli con i nostri marsala Florio. Ho degustato Terre Arse in abbinamento ad un crostino con un’eccellente acciuga e Targa insieme a dell’ottimo formaggio erborinato. Vi posso garantire che è stata una vera esperienza gourmet!

Vini in degustazione
Calanìca Frappato Terre Siciliane IGT 2018
Calanìca Grillo Terre Siciliane IGT 2019
Duca Brut VSQ Grecanico e Chardonnay

Cantine Duca di Salaparuta – Via Nazionale s.s. 113 – 90014 Casteldaccia (PA) – Tel +39 091945201 – info@duca.it

Lascia un commento