Marzocco di Poppiano – Hotel de la Ville, Roma – Giovedì 10 settembre 2020

Arriva a Roma il celebre leone fiorentino che vigila sulla collina di Poppiano, versante verso San Quirico. Il Marzocco sarà a raccontare nella capitale il proprio terreno sassoso con molto galestro, simile a zone del Chianti Classico per eleganza ed energia. Le famiglie Chini e Lori coltivano e vinificano i vigneti (acquisiti nel 1975 dalla famiglia dei Conti Guicciardini Corsi Salviati) e dal 2015 escono con il loro marchio e vino imbottigliato in proprio. Sono 32 ettari di vigneto soprattutto a sangiovese con molti cloni diversi e la chicca di una vigna di canaiolo con oltre sessant’anni. Al banco troverete un dinamico Chianti da sangiovese e canaiolo in acciaio poi 12 mesi in cemento, scattante pronto e fresco come da tradizione del territorio. La Riserva Chianti (in presentazione con la 2015) ha invece un 10% di cabernet a completare il sangiovese e sta 18 mesi in botte. Il 70% in botti da 30hl poi barrique, soprattutto il cabernet. La 2015 è da seguire e gustare perché è una delle migliori vendemmie insieme al 2010 in zona. Da provare anche gli IGT in piccolissima tiratura: il Pretale da sangiovese cabernet e canaiolo e il Vigna del Leone più internazionale, sangiovese cabernet sauvignon e merlot con nota dolce più accentuata.

Arriva l’Autunno e il vino italiano si prepara ad un’altra stagione dove dovrà dimostrare di essersi saputo rinnovare come comunicazione e approccio al mercato: con quale vino vi presentate al ritorno a scuola? Su cosa punterete nell’immediato futuro?
In questo periodo di lockdown abbiamo avuto modo di rileggere, confrontarsi e seguire dei fili di ragionamento, che in tempi normali non hanno l’opportunità di palesarsi. Ci è tornato alla memoria un film, visto a un cineforum, apparentemente realistico, ma intriso di realismo magico: “La Strategia della Lumaca”, ti spingono con la forza a abbandonare la tua casa; e allora perché con un gioco teatrale non portarla con sé.

A tempi estremi urgono soluzioni estreme; ma, quali sono le nostre? L’essere il più possibile vicino al Territorio, alle nostre Vigne, alla nostra Passione. Nei momenti più difficili e nelle grandi sfide secondo noi si risponde così: essere se stessi; per questo proponiamo come proposta autunnale l’intera nostra gamma. Sempre pronti al confronto, ma fieri delle nostre scelte.

Avremo uno degli Chef più famosi d’Italia Fulvio Pierangelini a Roma e l’estrosa creatività di Obicà a Firenze, raccontaci il piatto o la situazione più particolare cui hai visto abbinare il tuo vino nelle prossima stagione.
Che splendido settembre! Abbiamo avuto la fortuna di poter degustare più volte le creazioni di Chef Pierangelini dal leggendario Gambero Rosso, ospiti di amici di Campiglia Marittima. E il Passato di Ceci con Gamberi è entrato, ormai da tempo, a far parte delle pietre di paragone. Recentemente in casa di amici, abbiamo provato una versione familiare a cui era abbinato il nostro Chianti d’annata servito a una temperatura più bassa; il connubio era estremamente piacevole. Un piatto, apparentemente semplice, con un vino studiato per sembrarlo; la differenza è sempre nei dettagli.

Vini in degustazione:
Chianti DOGG 2017
Chianti DOGG riserva 2016
Chianti DOGG riserva 2015
Pretale Toscana rosso IGT 2015
Vigna del leone Toscana rosso IGT 2015

Azienda Agricola Marzocco di Chini Alberto – Via Fezzana 36/38 – Poppiano, Montespertoli (Fi) – 055 5535259 – fax 055 5059650 – azienda@marzoccopoppiano.itwww.marzoccopoppiano.it

Lascia un commento