Bulichella – The Bristol Palace, Genova – Venerdì 13 settembre 2019

L’azienda Agricola Bulichella nasce nel 1983 dal desiderio di quattro famiglie provenienti da nord, centro e sud d’Italia, di vivere insieme, come una famiglia allargata, condividendo esperienze e avviando una produzione agricola nel rispetto della natura e dell’ambiente: agricoltura biologica. Nel 1999 la famiglia Miyakawa, Hideyuki e Marisa insieme ai figli, diventano proprietari dell’azienda e ripartono con nuovi progetti. Hideyuki Miyakawa nel 1960 a 22 anni parte dalla città natale in Giappone per un giro intorno al mondo in motocicletta, con un amico. Successivamente conosce Maria Luisa Bassano, studentessa italiana in Giappone e si fidanzano e si sposano nel 1962 a Torino dove Hideyuki lavora per Giugiaro e Mantovani, all’Ital Design finchè nel 1992 si trasferiscono definitivamente in Toscana a Bulichella. Oggi l’azienda biologica di vino e olio è anche agriturismo e sviluppa una proficua attività anche con il Consorzio dei vini DOC della Val di Cornia, di cui Hideyuki è stato presidente, lavorando per ottenere la DOCG, raggiunta nel 2012.

Arriva l’autunno e il vino italiano si prepara ad un’altra stagione dove dovrà dimostrare di essersi saputo rinnovare come comunicazione e approccio al mercato: con quale vino vi presentate al “ritorno a scuola”? Su cosa punterete per l’immediato futuro?
L’azienda da sempre ha fatto scelte importanti: qualità, rispetto delle persone e del territorio. Si è attenti alle tendenze di mercato ma non a quelle di breve durata. In questo senso il Rubino è un vino che armoniosamente coniuga tradizione e modernità, si beve bene in tutte le situazioni, i tannini e la freschezza vanno a braccetto, anticipati da profumi fruttati, nel rispetto dei vitigni e del terroir.

Cambiamento climatico e vignaioli italiani: come siamo messi per il futuro?
Le ultime annate ci hanno dimostrato come stia diventando sempre più complesso valutare l’andamento di una stagione e, di conseguenza, metter in campo gli strumenti necessari per fronteggiare situazioni climatiche spesso nuove e inaspettate. E’ ormai chiaro che dovremmo essere pronti a ripensare la viticoltura e i nostri sistemi produttivi in vista del futuro climatico della regione; l’innovazione e la ricerca diventano strumenti fondamentali: anche per questo, da diversi anni, siamo ben lieti di collaborare con progetti di ricerca del Dipartimento di Scienze Agrarie dell’Università di Pisa.

A Genova avremo nei piatti la classe del ristorante Giotto: raccontaci il piatto o la situazione più particolare cui hai visto abbinare il tuo vino.
Il Rubino, vino dalle molteplici sfaccettature, è valido in tanti abbinamenti, ma sicuramente sorprende in positivo quello con un tipico piatto della cucina livornese: il cacciucco!

Vini in degustazione
Costa Toscana Vermentino IGT – TUSCANIO 2018
Costa Toscana Rosato di Syrah IGT – SOL SERA 2018
Costa Toscana Rosso IGT – RUBINO 2017
Costa Toscana Syrah IGT – HIDE 2015
Suvereto DOCG – COLDIPIETREROSSE 2015

Società Agricola Bulichella s.r.l. – Loc Bulichella 131, 57028 Suvereto (LI) – 0565 829892 – 393 9617448 – www.bulichella.it

Lascia un commento