Villa Saletta – Hotel Bernini Palace, Firenze – Giovedì 12 dicembre 2019

Un Natale che affonda le sue radici nella storia della Toscana a Villa Saletta, con il suo patrimonio agricolo e una moderna “cantina boutique” che produce una serie di vini molto interessanti che il nostro pubblico ha già cominciato ad apprezzare. La storia di Villa Saletta attraversa molti secoli. La tenuta è appartenuta a quattro sole famiglie, tutte illustri nella propria peculiarità. La famiglia dei Gambacorta consolidò la proprietà delle terre attorno alla tenuta nel 1300, prima che ne entrassero in possesso i Riccardi, abbiente famiglia fiorentina di banchieri della potente casa dei Medici. I Riccardi trasformarono Villa Saletta in una vera e propria azienda rurale nel corso del 16° e 17° secolo, quando fu ceduta alla famiglia Castelli. Quando la famiglia inglese Hands ne entrò in possesso quasi 20 anni fa, la tenuta era quasi del tutto caduta in rovina. I nuovi proprietari ne hanno però scorto il potenziale, a patto di ripristinare la tradizione di una proprietà varia dal punto di vista agricolo, gestita in modo responsabile e autosufficiente. Al giorno d’oggi, si riescono ad unire le tecniche tradizionali toscane e la moderna tecnologia, pur mantenendo un legame forte e costante con il patrimonio della tenuta.

Grande l’attenzione all’impatto della biodiversità e della vita degli insetti, del tipo di terreno e del terroir, dei processi dell’uomo e degli elementi naturali. Si è cercato di capire esattamente che cosa è in grado di produrre il territorio: per questo motivo, oltre alla classica varietà toscana del Sangiovese, sono stati piantati Cabernet Franc, il Cabernet Sauvignon e il Merlot.

Tre parole per dirlo: perché regalare un tuo vino è una buona idea per Natale.
Riusciamo a dirle iniziando sempre con la C di Christmas! Sono Colore (rosso), Calore (del focolare) e Convivialità!

La ricetta e il piatto della tua regione che non devono mancare per le feste, e il giusto abbinamento: raccontaci un tuo vino e una ricetta per il pranzo di Natale e uno per Capodanno, non necessariamente una bollicina!
Zuppa di fagioli borlotti con Chianti: il vino della tradizione reinterpretato da Villa Saletta in chiave moderna ed elegante abbinato ad un piatto povero e gustoso, magari con un filo d’olio EVO della nostra tenuta.
Peposo al Chianti abbinato al Chiave di Saletta: la tenerezza e piccantezza della carne di vitello cotta lentamente abbinata ad un vino balsamico e speziato, gentile al palato.

Vini in degustazione:
Chianti DOCG 2015
Chiave di Saletta IGT Toscana 2015
Rosè Rosato italiano 2018

Fattoria Villa Saletta Società Agricola Srl – Via Fermi 14 – Località Montanelli – Palaia (Pi) – 0587 628121 – info@villasaletta.com

Lascia un commento