Marzocco di Poppiano – Hotel Westin Excelsior, Firenze – Giovedì 23 gennaio 2020

Comincia il nuovo anno con entusiasmo e voglia di continuare a farsi scoprire l’ormai celebre leone che vigila sulla collina di Poppiano, versante San Quirico. Il terreno qui è sassoso con molto galestro, simile a zone del Chianti Classico per eleganza ed energia. Le famiglie Chini e Lori coltivano e vinificano i vigneti (acquisiti nel 1975 dalla famiglia dei Conti Guicciardini Corsi Salviati) e dal 2015 escono con il loro marchio e vino imbottigliato in proprio. Sono 32 ettari di vigneto soprattutto a sangiovese con molti cloni diversi e la chicca di una vigna di canaiolo con oltre sessant’anni. Al banco troverete un dinamico Chianti da sangiovese e canaiolo in acciaio poi 12 mesi in cemento, scattante pronto e fresco come da tradizione del territorio. La Riserva Chianti (in presentazione con la 2015) ha invece un 10% di cabernet a completare il sangiovese e sta 18 mesi in botte. Il 70% in botti da 30hl poi barrique, soprattutto il cabernet. La 2015 è da seguire e gustare perché è una delle migliori vendemmie insieme al 2010 in zona. Da provare anche gli IGT in piccolissima tiratura: il Pretale da sangiovese cabernet e canaiolo e il Vigna del Leone più internazionale, sangiovese cabernet sauvignon e merlot con nota dolce più accentuata.

L’anno che verrà: raccontaci come sarà il tuo 2020 in vino e quali prospettive ci sono per quello che avremo nei nostri bicchieri in questo anno che sta iniziando.
Nel corso del 2020 verrà alla luce un progetto a cui ci stiamo dedicando da tempo; ma non voglio adesso anticipare niente, con la promessa che sarete fra i primi a essere informati!

Nei piatti avremo la possibilità di assaggiare il tocco speciale e la sensibilità di Marco Migliorati per le materie prime con alcuni esempi come Carpaccio di manzo marinato, cipolla all’hibiscus, parmigiano 36 mesi, aceto balsamico invecchiato, Piccione, nocciole del Piemonte IGP e radici di scorzanera e Ravioli di pasta fresca al nero di seppia, fagioli cannellini, cozze ed erba cipollina: quali tuoi vini vedresti bene abbinati su questa cucina così particolare?
Una cucina ispirata alla Grande Tradizione Mediterranea; un armonico contrappeso di aromi e consistenze; il rispetto e la maestria nell’uso delle materie prime; questo e molto altro nella cucina dello Chef Migliorati. Nell’abbinamento col Carpaccio, la nostra scelta ricade sul Marzocco di Poppiano Chianti DOCG Riserva 2016, che va a esaltare la sapidità del Parmigiano; sostiene l’aroma inebriante e ipnotico dell’ibisco; e si pone dinamicamente col manzo marinato e l’aceto balsamico invecchiato in un gioco di profumi e sapori dolci e affumicati. Per la portata a base di Piccione, col delicato richiamo al carciofo dato dalla scorzanera, le nocciole con un sentore di caramello e la ferrosità del nobile volatile, ci rivolgiamo a uno dei nostri IGT: Vigna del Leone annata 2015. La vigorosa spinta acida del Sangiovese, e la carezza del Merlot concordano con l’immagine aromatica del piatto. E infine i Ravioli, una elegante visione di un piatto cardine della cucina napoletana, che nella lettura dello Chef Migliorati, amplifica le note marine con l’uso del nero di seppia, con l’aggiunta di una nota erbacea data dall’erba cipollina. Una proposta vitale e vivace come il nostro Marzocco di Poppiano Chianti DOCG 2017.

Vini in degustazione:
Chianti DOGG 2017
Chianti DOGG riserva 2016
Chianti DOGG riserva 2015
Pretale Toscana rosso IGT 2015
Vigna del Leone Toscana Rosso IGT 2015

Azienda Agricola Marzocco di Chini Alberto – Via Fezzana 36/38 – Poppiano, Montespertoli (FI) – 055 5535259 – fax 055 5059650 – azienda@marzoccopoppiano.itwww.marzoccopoppiano.it

Lascia un commento