Castello Banfi – Grand Hotel Baglioni, Firenze – Giovedì 23 luglio 2020

A Montalcino è tornato il sole e il sorriso ed è una delle zone del vino più belle del mondo in questa stagione! Al Castello Banfi fervono i preparativi per le vigne e gli eventi dei prossimi mesi Banfi Experience, ma soprattutto nei mesi scorsi c’è stato fermento e attenzione alla salute e al rigore continuando ad investire nel vino e nel territorio. Prosegue l’impegno sui vini rosa e dopo il lancio di due estati fa ritroviamo il Cost’è ancora sugli scudi nella nostra serata dove sarà accompagnato dal Rosso di Montalcino Poggio alle Mura, intrigante anche se servito a temperatura più bassa del solito. In Italia poche aziende possono vantare una gamma di vini ampia e ben mirata come quella di Castello Banfi che dai cru più raffinati di sangiovese arriva fino agli spumanti di alta quota piemontesi e che nel corso degli anni ha accolto anche vini come lo StilNovo, una rievocazione moderna del classicissimo “governo alla toscana” un vino antico ma che è modernissimo vino da estate se servito fresco. Banfi è inoltre un’azienda che investe tanto in sostenibilità ambientale, etica e lavorativa dell’intera produzione ogni anno e tantissimo nella ricerca sul sangiovese e le sue caratteristiche più intime e da ormai due anni ha lanciato “Sanguis Jovis”, una serie di seminari di approfondimento sull’uva più importante d’Italia e ovviamente della Toscana i cui risultati presentati la scorsa primavera sono stati sorprendenti e stimolanti.

Parliamo con Michele Domenici dei prossimi mesi all’insegna di Montalcino anche laddove meno te l’aspetti:

Primo evento GSTW dopo l’emergenza virus: sono stati mesi difficili ma intensi. Come ha vissuto l’azienda questi mesi? Oltre al lavoro in vigna che servizi idee e riflessioni sono nate nelle settimane in cui il mondo si è fermato?
Sono stati mesi duri che hanno visto tutti noi fronteggiare una crisi mai sperimentata prima. Il fermo totale della ristorazione a livello mondiale è stato abbastanza significativo per il Brunello e il Rosso di Montalcino, ma fortunatamente abbiamo la grande annata 2015 che ci ha dato, e continua darci, grandi opportunità. In questo periodo di fermo sono, infatti, nate molte opportunità virtuali che ci hanno permesso di rimanere in contatto con i nostri storici partners e con gli amanti del Sangiovese. Diverse le degustazioni e le presentazioni online che ci hanno visti attivi nel presentare e promuovere l’unicità di Montalcino. Un territorio unico che, oltre che virtualmente, è ora pronto ad accogliere gli appassionati di tutto il mondo. Non vediamo l’ora di accogliere i molti visitatori per fare viver loro in prima persona la Banfi Experience con un vero calice di vino in mano!

Abbinamento di luogo o al piatto: il più bel luogo dove vorresti che fosse bevuto un tuo vino in questi mesi estivi e un abbinamento insolito con un piatto che dovremmo provare.
Un Rosso di Montalcino Poggio alle Mura nel wine bar sotto casa. Dopo il lockdown anche il posto più scontato è diventato molto speciale!

Estate, tempo di tormentoni: una canzone che si abbini ad un tuo vino (ne ricaveremo una compilation GSTW su Spotify!).
Stiamo sul leggero e sullo spensierato per distrarci ma sempre con stile ovvero beviamo la La Pettegola ascoltando “Good Times” di Ghali!

Vini in degustazione:
Banfi Brut Metodo Classico
Cost’è Igt Toscana Rosè 2018
La Pettegola Vermentino IGT Toscana 2019
Rosso di Montalcino Poggio alle Mura DOC 2017

Castello di Poggio alle Mura – 53024 Montalcino (Si) – 0577 840111 – www.castellobanfi.it

Lascia un commento